Contenuto Principale
La pagina facebook
Microarray. La tecnica di ultima generazione PDF Stampa E-mail

 

microarray

Le tecniche di DNA microarray sono basate sulla microibridazione contemporanea di migliaia di specifici frammenti di DNA

 

 • Il microarray consiste in un supporto solido recante una successione ordinata di migliaia di microscopici spot di DNA, contenenti ognuno poche tracce di uno specifico frammento di DNA con una precisa sequenza (la sonda)

 
POTENZIALI APPLICAZIONI

l’utilizzo di microarray per la genotipizzazione ed il sequenziamento può trovare impiego in applicazioni, quali:

 

   • Individuazione di mutazioni e riarrangiamenti genomici

 

   • Ricerca di polimorfismi

 

   • Ricerca di geni virali o batterici

 

ANALISI CNV (Copy Number Variation)

 

SNP Sequenziamento di specifiche regioni

Ricerca di specifiche mutazioni

IBRIDAZIONE Competitiva Non competitiva

ARRAY CGH-array

Applicazioni cliniche

  • Patologie oncologiche: in particolare per le leucemie questa tecnologia ha trovato buone possibilità di utilizzo in ambito diagnostico, permettendo la loro classificazione a livello molecolare. Sulla base dei differenti profili di espressione genica, si prospetta la possibilità di utilizzare gli array come strumento sia diagnostico  per una precisa identificazione, sia prognostico per sviluppare terapie più mirate. La tecnologia microarray può trovare impiego anche nell’identificazione di trattamenti individuali in accordo con il profilo di espressione genica del paziente e di nuovi target malattia-specifici per utilizzo personalizzato dei farmaci.

  • Microbiologia: sono stati sviluppati array in grado di rilevare sequenze geniche di diversi tipi di agenti patogeni. Array a oligonucleotidi, contenenti sequenze virali altamente conservate all’interno della stessa famiglia di microorganismi , consentono di rilevare e classificare nuove varianti virali. E’ proponibile l’impiego di questa nuova tecnologia in diagnostica e nell’identificazione di malattie di eziologia sconosciuta. Diversi studi hanno portato alla realizzazione di vari tipi di chip, il cui impiego può spaziare dalla diagnosi di infezioni batteriche (con rilevazione di geni per la resistenza ad antibiotici).

  •  Farmacogenomica: studio della variazione individuale di risposta ai farmaci sulla base del corredo genetico. Alcuni polimorfismi genetici causano risposte differenti nei confronti di determinati farmaci. La tecnologia microarray può trovare impiego nello sviluppo di farmaci paziente-specifici.

  •  Nutrigenomica : studio della risposta individuale agli alimenti sulla base degli SNP(polimorfismi a singolo nucleotide) presenti nel proprio corredo genetico.

 

 
Ricerca / Colonna destra
Libro sulla PNA, dedicato alla salute e al benessere della coppia che desidera avere un figlio
L'intervista a Diana Yedid, una delle autrici e curatrice di questo libro

 

 

 

 

  


Per informazioni chiamare Sede:

Studio BioGen-Via Ascanio Vitozzi, 50
00128 Roma

cell. 329 6628126

e-mail